Repressione – Locatelli (PRC): metalmeccanici Fiom per il lavoro e i diritti. I lacrimogeni non riusciranno a fermare la protesta

17 Ott

DSCF5112Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc di Torino ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Vogliono soffocare sul nascere il movimento di opposizione che sta insorgendo contro le politiche antisociali e di smantellamento dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori portate avanti dal governo Renzi. Questo è quello che si è visto questa mattina in occasione del riuscito sciopero regionale e della partecipata manifestazione dei metalmeccanici della Fiom  in piazza Castello a Torino.  La polizia, dopo aver inizialmente risposto con un fitto lancio di lacrimogeni ad un innocuo lancio di uova in direzione di un corteo degli studenti, non ha trovato di meglio che accrescere il clima di tensione sparando lacrimogeni anche in direzione della manifestazione dei metalmeccanici in corso in piazza Castello. Noi eravamo presenti e abbiamo potuto vedere. Il lancio indiscriminato e arbitrario di lacrimogeni ha disperso gran parte dei manifestanti convenuti alla manifestazione della Fiom. Era questo l’obbiettivo delle forze di polizia? Nessuno può pensare di rispondere al disagio e alla sofferenza sociale ingenerata  dalle politiche di austerità e dalle scelte del governo Renzi con la repressione. Le mobilitazioni proseguiranno con il pieno sostegno di Rifondazione Comunista”.

Torino, 17.10.2014

2 Risposte a “Repressione – Locatelli (PRC): metalmeccanici Fiom per il lavoro e i diritti. I lacrimogeni non riusciranno a fermare la protesta”

  1. Giorgio Moschella ottobre 17, 2014 a 6:20 pm #

    GIA’ OLTRE UN ANNO FA SCRIVEVO:
    “Il crescente clima di dilagante tensione e disagio, generato dalla fortissima e micidiale “CRISI” economico-finanziaria, ambientale ed etico-morale, che è purtroppo già da lungo tempo in corso, oramai pervade e si insinua ovunque con un’inarrestabile crescita esponenziale: sia dilaniando psico-emotivamente ogni singolo individuo, sia opprimendo e devastando l’intero Corpo Sociale.
    Ciò mi lascia angosciosamente presagire l’inquietante imminenza di ulteriori e, questa volta, davvero assai violenti scontri sociali, tragicamente generati dalla crescente divaricazione in atto fra classi: sia all’interno delle nostre comunità nazionali, sia anche in quella europea, che purtroppo si riverseranno assai rabbiosamente nelle strade…, nelle piazze…, nei luoghi e negli edifici pubblici e privati e che temo possano degenerare in forme, questa volta…, veramente DRAMMATICHE…
    Ma in quel sciagurato caso, dovremo sapere molto bene -e questo già fin d’ora- da quale parte schierarci: AGENDO e LOTTANDO TUTTI VERAMENTE UNITI con attenta e lungimirante ponderazione, ma anche con comune, grande capacità organizzativa ed altrettanta, inderogabile e strenua determinazione!…”
    Giorgio Moschella

  2. sinistranews ottobre 17, 2014 a 6:26 pm #

    L’ha ribloggato su Per la Sinistra Unita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: