Archivio | novembre, 2016

Ezio Locatelli (Prc-Se): maxiprocesso NOTAV: 38 condannati. Ingiustizia è stata fatta

17 Nov

siamotuttinotavEzio Locatelli segretario provinciale Prc di Torino ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Il maxiprocesso d’appello ai 47 NoTav per le proteste del 27 giugno e 3 luglio 2011 si è chiuso con 38 condanne e decine di anni di carcere. Ingiustizia è stata fatta. Non è possibile continuare a trattare il Movimento NoTav alla stregua di un movimento criminale. Sappiamo, in Valsusa la democrazia è stata sospesa da tempo. Come recita la sentenza del Tribunale dei Popoli sono stati violati diritti fondamentali – la libertà di opinione, espressione, manifestazione e circolazione – come conseguenza della strategia della criminalizzazione della protesta. La repressione non fermerà la lotta contro la realizzazione di un’opera inutile e distruttiva, contro il vergognoso spreco di denaro pubblico alla faccia delle reali emergenze sociali e ambientali di questo nostro Paese.

Torino, 17 novembre 2016

Annunci

Locatelli (PRC-SE): reiterata l’ingiustizia dei domiciliari a Nicoletta Dosio. Prosegue la lotta contro la repressione al Movimento NOTAV

5 Nov

wp_20161103_046Il segretario di Rifondazione Comunista presente questa mattina all’avvio del processo per direttissima nei confronti di Nicoletta Dosio ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Continua la pantomina degli arresti domiciliari a carico di Nicoletta Dosio reiterati questa mattina dal Tribunale di Torino in avvio del processo intentato per supposto reato di “evasione”. L’udienza è stata riaggiornata il 23 novembre. In realtà l’unica colpa di Nicoletta è di avere rivendicato pubblicamente il diritto alla disobbedienza e alla libera circolazione contro misure restrittive (obbligo di firma, arresti domiciliari) del tutto arbitrarie e ingiustificate, di stampo giuridico-fascista. Come ci ha insegnato Don Milani, a fronte di palesi ingiustizie l’obbedienza non è più una virtù. Per questo, massimo sostegno a Nicoletta e a tutto il Movimento NOTAV nel proseguire la lotta contro un’opera inutile e distruttiva e contro ogni forma di repressione arbitraria.”

 

Torino, 5 novembre 2016

Locatelli (PRC-SE): la disobbediente Dosio mette in luce l’insostenibilità della repressione del Movimento NOTAV

3 Nov

wp_20161103_015Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, presente alla manifestazione NoTav di questa mattina e al fermo giudiziario di Nicoletta Dosio, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

A Nicoletta Dosio, punto di riferimento NoTav, va il nostro ringraziamento per l’atto di disobbedienza civile compiuto questa mattina davanti al Tribunale di Torino. Insieme ad una folta delegazione di valsusini, di attivisti sociali e politici Nicoletta, disobbedendo agli assurdi arresti domiciliari cui è sottoposta, si è presentata al Tribunale di Torino per rivendicare l’esercizio della libertà di circolazione e il diritto di manifestare contro wp_20161103_001restrizioni e provvedimenti che colpiscono chi dissente e protesta nei confronti della linea di Alta Velocità Torino-Lione. Un atto pacifico di disobbedienza di alto valore civile per esprimere altresì solidarietà nei confronti dei cinquantatre attivisti Notav imputati nel maxiprocesso in corso a Torino. Il fatto che l’autorità giudiziaria abbia deciso di rimandare Nicoletta a Bussoleno ancora agli arresti domiciliari, invece che in carcere, dimostra la grande difficoltà e il grande imbarazzo per provvedimenti assurdi di restrizione che sono in rotta di collisione con fondamentali garanzie costituzionali. Dimostra la forza della mobilitazione collettiva.

wp_20161103_046A Nicoletta, che giustamente continuerà a disobbedire e a denunciare il clima repressivo che colpisce centinaia di NoTav, va tutto il nostro sostegno. Piena solidarietà va altresì a tutti coloro che sono colpiti dal clima di repressione in quanto impegnati nella lotta contro la politica affaristica delle grandi opere.

Torino, 3 novembre 2016