Archivio | LIBRI RSS feed for this section

Una Casa del Popolo per resistere, lottare, immaginare

18 Feb

di Ezio Locatelli*

Quella che vedete, oltre che sede di Partito, è anche Casa del Popolo. Una Casa che abbiamo inaugurato nel 2015 a cui vogliamo dare una seconda vita. Come? Ampliando lo spazio pubblico a disposizione per tutti coloro che non vogliono arrendersi ad una crisi che tende a distruggere diritti e legami sociali, democrazia e partecipazione. Spazi di aggregazione, di condivisione, di solidarietà dove possano trovare posto attività di carattere sociale, culturale, ricreativo oltre che politico.
Torino ha uno straordinario passato di associazionismo mutualistico risalente ai primi anni del ‘900: centri di ritrovo, casse di solidarietà, spacci alimentari, farmacie popolari e quant’altro. Associazionismo come forma di autodifesa sociale. Una esigenza che si ripresenta, seppure in forme diverse, in ragione delle difficoltà lavorative, dei processi di precarizzazione, di impoverimento, al venire meno delle reti di protezione sociale che la città sta vivendo da molti anni a questa parte.
Dentro l’attuale condizione di crisi sociale e di regressione autoritaria vogliamo starci attivamente con una idea di lotta alle ingiustizie e alle disuguaglianze, di attuazione dei principi fondanti della nostra Costituzione, frutto di una cultura antifascista, di rispetto della dignità umana, di volontà di corrispondere ai bisogni sociali, in specie della parte più debole della società. Lo svolgimento di attività, oltre alla sede di Rifondazione Comunista, prevede spazi per associazioni che operano sul piano culturale, degli sportelli sociali, dell’assistenza fiscale, dei gruppi di acquisto popolare.
“La Poderosa” è la denominazione data ad alcune delle associazioni che operano presso la Casa del Popolo (La Poderosa Circolo Arci, La Poderosa Servizi, Gap solidale La Poderosa) anche in collaborazione con altre strutture operanti nell’area metropolitana (tra queste la Casa del Popolo di Chieri, gli sportelli sociali del Prc di Nichelino). Una denominazione che si richiama alla famosa e sgangherata motocicletta con cui Che Guevara, insieme all’amico Alberto Granado, intraprese un lungo viaggio di scoperta dell’America latina. Un viaggio “sulle ali di un sogno rivoluzionario”. Un sogno che vogliamo in qualche modo rivivere nell’esplorazione di nuove forme di partecipazione, di socialità, di incontro che ricostruiscano il senso di una speranza collettivamente condivisa. Per un mondo migliore è necessario ancor più resistere, lottare, immaginare.

* segretario provinciale Prc-Se Torino

Annunci

Plataci – sabato 29 luglio. Antonio Gramsci: l’uomo, la favola

26 Lug

plataci 29 lparola d'ordineSabato 29 luglio sarò a Plataci tra i relatori in un convegno su Antonio Gramsci in occasione del quale verrà conferita la cittadinanza onoraria al nipote, Antonio Gramsci Junior, cittadino russo. Plataci è un piccolo comune dell’Alta Calabria Jonica i cui abitanti sono di discendenza arbéresche, parlano a tutt’oggi la lingua antica che si parlava in Albania oltre 500 anni fa, quando migliaia di albanesi fuggirono da un disastroso terremoto per insediarsi in diverse parti dell’Italia meridionale. Molti di questi fuggitivi, insediatisi a Plataci, portavano come cognome Gramsci o declinazioni varie di questo cognome. I nonni paterni di Antonio Gramsci erano di Plataci. Il convegno è organizzato da Mario Brunetti, meridionalista di ispirazione gramsciana, uno dei fondatori e dirigenti nazionali del partito della Rifondazione Comunista all’atto della sua nascita. Venerdi, prima di intervenire al convegno di Plataci, parteciperò al Comitato federale Prc-Se di Cosenza.

Inaugurata, presso la sede di Rifondazione, la biblioteca intitolata a Gianni Alasia

15 Mar

Presso la sede provinciale di Rifondazione Comunista è stata inaugurata la biblioteca intitolata a Gianni Alasia, una delle figure più rappresentative della sinistra torinese, scomparso il 1 luglio dell’anno scorso. La biblioteca è il frutto di un lascito librario che i familiari hanno fatto a beneficio di Rifondazione Comunista e dell’Istituto Storico della Resistenza di Torino. Presenti all’inaugurazione il segretario nazionale Prc-Se Paolo Ferrero, Il giurista e partigiano Gastone Cottino, il candidato a sindaco Giorgio Airaudo, la segretaria provinciale Enrica Valfré oltre al segretario provinciale Prc Ezio Locatelli. Quest’ultimo, a proposito dell’apertura della biblioteca intitolata a Gianni Alasia, ha dichiarato: ”oltre al riconoscimento e al senso di gratitudine per una figura che ha dato e trasmesso molto alla città sul piano sindacale, politico, istituzionale, culturale, la nostra vuole essere una scelta precisa: l’affermazione e la necessità alla cura delle nostre radici e della nostra memoria di contro a una idea della politica e della società omologata che ha come suo obiettivo quello di sbarazzarsi da ogni riferimento ideale, testimonianza, soprattutto di ciò che è piantato negli strati profondi della coscienza collettiva, gli ideali di libertà, di giustizia, di riscatto sociale. Quella di Alasia è una lezione di vita politica che conserva la sua piena attualità”. La biblioteca sarà aperta alla lettura e alla consultazione di tutte le persone interessate.

VENARIA 11 OTTOBRE – Presentazione libro “Chi comanda Torino”

2 Ott

locandina 11 ottobreVENERDI’ 11 OTTOBRE ALLE ORE 20.30 

presso il Centro Bonino – via N. Sauro 48 – Venaria

PRESENTAZIONE DEL  LIBRO

“CHI COMANDA TORINO”

CON

MAURIZIO PAGLIASSOTTI – AUTORE

EZIO LOCATELLI – SEGRETARIO PROV. DI TORINO PRC

Presentazione libro

28 Nov

 

 

“Democrazia Proletaria, la nuova sinistra tra piazze e palazzi”

Lunedì 3 Dicembre 2012 alle ore 20:45 –

al Caffè Letterario –

Via S. Bernardino n°53 – Bergamo

con la partecipazione di:

William GAMBETTA

dottore di ricerca in Storia presso l’Università di Parma ed autore del libro “Democrazia Proletaria” edito da “Punto Rosso”

Ezio LOCATELLI

Segretario Rifondazione Comunista di Torino, già dirigente di Democrazia Proletaria

Interverrà:

Marco SIRONI, che presenterà il progetto di “Storia del Partito della Rifondazcaffe letterario 2ione Comunista a Bergamo”

A cura: Associazione Culturale “Punto Rosso” – Circolo Bergamasco, Cel.3292141530 – mail: puntorosso.bergamo@gmail.com, website: http://www.puntorosso.itcaffe letterario