Archivio | PACE RSS feed for this section

Contro la guerra del Golfo 25 anni fa

17 Gen

25 anni fa eravamo tutt@ in piazza contro la guerra del Golfo. Una mobilitazione straordinaria che mise in campo, in ogni dove, quella che qualche tempo dopo venne definita “la seconda potenza mondiale”, il movimento pacifista, in antitesi alla potenza imperialista Usa e al codazzo di potenze occidentali. A quel tempo la città del mio impegno politico era Bergamo. Con altr@ compagn@ costituimmo il “Comitato contro la guerra nel Golfo” che portò in piazza decine e decine di migliaia di pacifisti. Smuovemmo mari e monti. Una cosa mai vista. Oggi tutto è più difficile ma non meno necessario. A fronte della “ terza guerra mondiale a pezzi “ dobbiamo lavorare per rimettere in piedi un movimento pacifista contro la spirale guerra e terrorismo, contro ogni forma di “guerra economica” condotta a discapito dei popoli del mondo (e.l,)

Annunci

Locatelli (PRC): chiedere la chiusura della mostra sui rifugiati Palestinesi è una vergogna

21 Nov

palestina freeEzio Locatelli, segretario provinciale Prc di Torino ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Il presidente della Comunità ebraica di Torino deve vergognarsi.  La sua richiesta di chiudere la mostra sul “lungo viaggio della popolazione palestinese rifugiata” – una mostra spacciata per atto ostile contro Israele –  è un inqualificabile atto di intolleranza che va respinto senza mezzi termini. Spero proprio che i primi ad indignarsi siano i cittadini italiani di fede ebraica unitamente a tutti i cittadini democratici e antifascisti che hanno a cuore la libertà di espressione e la difesa della dignità di tutti i popoli.

Se oggi c’è un popolo calpestato nella sua dignità e nel suo diritto ad avere una propria terra, un proprio Stato questo è il popolo palestinese. Basti ricordare che ad oggi Israele ha illegalmente confiscato il 52% del territorio della Cisgiordania, che le 232 colonie israeliane abitate da 60 mila ebrei controllano i  5/6 delle risorse idriche. Nella Striscia di Gaza il 32% dei territorio è occupato illegalmente da 3mila ebrei. Nel rimanente 68% della Striscia vivono stipati in condizioni disumane 700 mila palestinesi. Il governo di Tel Aviv ha ridotto i territori in campi di prigionia e, in qualche caso, in campi di sterminio.

La protervia del presidente della comunità ebraica di Torino non può celare la verità e il dramma della popolazione palestinese. La mostra, ospitata dal Museo della Resistenza, è curata dall’Unrwa, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa dei rifugiati palestinesi. Il nostro invito è di visitarla”.
Torino, 21 novembre 2014

Ezio Locatelli a Torinow

29 Lug

“Il ruolo della sinistra nell’era di Renzi”

Ezio Locatelli a Torinow

23 luglio 2014

 

GLI F35 SFUGGONO ALLA SPENDING REVIEW MENTRE I MALATI NON AUTOSUFFICIENTI VENGONO ABBANDONATI AL LORO DESTINO

17 Ott

EZIO LOCATELLI (PRC): UNA BARBARIE I MILIARDI PER GLI F-35 E LO STATO DI PRIVAZIONE PER I MALATI NON AUTOSUFFICIENTI

“Profonda indignazione, questo è quello che provo leggendo due notizie oggi in circolazione.

La prima: A.D., un malato di sclerosi laterale amitrofica all’ultimo stadio, allettato e tracheostomizzato (faceva il medico a Torino prima di ammalarsi tre anni fa di SLA) ha deciso di intraprendere uno sciopero della fame a partire dal 21 ottobre (insieme ad altri 41 malati gravissimi non autosufficienti) per protestare contro la negazione di cure domiciliari da parte del Governo Monti.

In una lettera aperta A.D: sottolinea che “un malato gravissimo disabile non autosufficiente necessita di assistenza 24 ore su 24 e risulta del tutto sprovvisto di cure domiciliari da quando il governo Berlusconi azzerò il fondo nazionale non-autosufficienze”.

La seconda: il governo Monti ha confermato l’acquisto di 90 cacciabombardieri F-35 il cui costo – 12 miliardi di euro – è più che raddoppiato rispetto a quello inizialmente preventivato.

Tutto ciò è semplicemente scandaloso, degno di un Paese in cui vige la barbarie, in cui governano i poteri forti e l’economia cieca. Gli F-35 sfuggono alla spending review mentre i malati non autosufficienti e le loro famiglie vengono abbandonati al loro destino.

Ad A.D. (oltre che a tutte le persone nelle sua condizione) che scrive “la dignità delle persone è un bene assoluto”, voglio esprimere tutta la nostra vicinanza e solidarietà”.

Torino, 17 Ottobre 2012

Ezio Locatelli,
Segretario provinciale Prc Torino

9 Mar

LOCATELLI (PRC): FOGLIO DI VIA A TURI VACCARO, FATTO DI INAUDITA’ GRAVITA’ 

“Il Partito della Rifondazione Comunista di Torino – sottolinea Ezio Locatelli, segretario provinciale del Prc Torino – giudica il fermo preventivo del manifestante pacifista Turi Vaccaro un fatto di una gravità inaudita, eredità di metodi fascisti. Il fermo preventivo e il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in Val Susa per un anno vengono usati nei confronti di un No Tav pacifista che ha dato innumerevoli prove della sua non-violenza. A Turi sia ridata subito la libertà di movimento e la possibilità di ritornare in valle”.