Archivio | SANITA’ RSS feed for this section

Locatelli (Prc-Se). Solidarietà al lavoratore licenziato dopo il trapianto di fegato. Il Prc appoggerà tutte le iniziative di lotta

9 Mar

LicenziamentoLicenziato dopo un trapianto di fegato. E’ quanto capitato a Antonio al suo rientro in fabbrica otto mesi dopo essersi sottoposto all’intervento chirurgico che gli ha salvato la vita. Il licenziamento è stato deciso dalla Oerlikon Graziano una grande azienda metalmeccanica con sede a Rivoli (Torino) oltre che in altre parti d’Italia. Motivo: l’inabilità dell’operaio a continuare con le mansioni svolte per ben 27 anni nella stessa azienda. Una dimostrazione del livello di crudeltà e di cinismo che alla Oerlikon, così come in molte altre aziende, ha trasformato i lavoratori in mera merce  usa e getta. Nell’esprimere solidarietà e vicinanza al lavoratore e alle maestranze scese in sciopero a fianco del proprio compagno di lavoro Rifondazione Comunista dà il pieno appoggio a tutte le iniziative di lotta in programma contro l’odioso licenziamento e i comportamenti antisindacali ripetutamente tenuti dall’azienda.
Ezio Locatelli – segretario provinciale Rifondazione Comunista Torino

Torino, 9 marzo 2017

Annunci

Locatelli (Prc-Se): basta impunità. Giustizia per i morti di amianto

27 Ott

wp_20161027_005Questa mattina una delegazione di Rifondazione Comunista ha partecipato al presidio, tenutosi davanti al Palazzo di Giustizia di Torino, in occasione della prima udienza preliminare del processo Eternit bis. Tra gli altri era presente Ezio Locatelli della segreteria nazionale di Rifondazione Comunista che ha dichiarato:“Ci sono migliaia di famigliari di lavoratori e cittadini uccisi dall’amianto che aspettano ancora giustizia dopo il vergognoso proscioglimento in Cassazione per intervenuta prescrizione del reato di disastro colposo di Stephan Schmidheiny, magnate svizzero di Eternit”. Il proscioglimento era intervenuto dopo la condanna a 18 anni wp_20161027_009di reclusione da parte della Corte d’Appello. Ora riparte un nuovo dibattimento processuale sulla base del reato di omicidio colposo perpetrato nei confronti di 258 persone morte di amianto. “Non è pensabile – ha detto ancora Locatelli – che si ripeta la vergogna di una assoluzione o di una dichiarazione di impunità nei confronti di chi si è macchiato di migliaia di morti, di chi ha fatto un mucchio di soldi sulla pelle dei lavoratori. Per questo siamo qui a fianco dei famigliari delle vittime e lo saremo fintanto che non sarà loro resa giustizia”.wp_20161027_012

Torino, 27 ottobre 2016

L’Orizzonte del mare – presentazione e testimonianza di Ezio Locatelli

12 Giu

17giugnoMercoledì 17 giugno 2015
alle ore 20,00
presso il circoli ricreativo – culturale Arci “La Poderosa”
via Salerno 15a – Torino
“L’Orizzonte del mare”
presentazione e testimonianza di Ezio LOCATELLI
Proiezione del documentario

Dibattito condotto da:
Anna Greco – Coordinamento Regionale DAP FP CGIL
Ugo Zamburru – Psichiatra – Dip. salute mentale Asl TO2
Antonella Barbagallo – Comitato STOP OPG Piemonte
Luciano Sorrentino – Psichiatria Democratica Piemonte

MOBILITIAMOCI CONTRO IL “GERBIDO”, UN CATORCIO PERICOLOSO PER LA SALUTE

26 Ott

inceneritoreEzio Locatelli, segretario provinciale Prc, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Basta con la minimizzazione delle ripetute avarie che hanno interessato l’inceneritore del Gerbido. Questo inceneritore è un catorcio che con le sue emissioni nocive mette a serissimo repentaglio la salute delle persone.  Non parliamo solo delle ripetute emissioni fuori norma, come nel caso dell’inceneritore di Torino. Ciò che non si può sottacere è che gli inceneritori, con le loro emissioni inquinanti, di cui le diossine sono tra le più nocive, sono considerati dalla Organizzazione Mondiale della Sanità tra le fonti più tossiche. Da sempre Rifondazione Comunista è contraria alla politica delle discariche e degli inceneritori. Non solo per ragioni ambientali e di salute pubblica – oltretutto Torino è la città più inquinata d’Europa – ma perché questa politica è del tutto incompatibile con una politica di riduzione e di recupero dei rifiuti, tanto più in presenza di un inceneritore – come quello del Gerbido – svenduto a privati che hanno tutto l’interesse a massimizzare l’utilizzo degli impianti. Per tutte queste ragioni Rifondazione Comunista partecipa alla manifestazione che si tiene oggi a Torino, ore 14 Porta Susa, contro l’inceneritore con l’obiettivo di un diverso modello di sviluppo e di una diversa politica dei rifiuti.

Torino, 26.10.2013

CON LA PROTESTA DEI CITTADINI DELLE VALLI PELLICE E CHISONE CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLA SANITA’ PUBBLICA

23 Lug

sanità pubblicaEZIO LOCATELLI (PRC):  CON LA PROTESTA DEI CITTADINI DELLE VALLI PELLICE E CHISONE CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLA SANITA’ PUBBLICA

A fronte di interi territori che si ribellano contro un piano sanitario regionale volto alla dismissione di gran parte del sistema sanitario pubblico la giunta regionale Cota non può continuare a fare orecchie da mercante. E’ di questi giorni la protesta corale, emblematica delle comunità delle Valli Pellice, Chisone e Germanasca contro la dismissione degli ospedali valdesi di Torre Pellice e Pomaretto che fa seguito ad altre simili proteste in diverse aree del torinese oltre che del Piemonte. Un’area, quella del pinerolese e delle sue Valli estesa 1.350 chilometri quadrati, composta di quarantasette comuni, da 136 mila abitanti (un terzo dei quali in età avanzata) che sarebbe deprivata – dopo i molti tagli già intervenuti in materia di servizi e trasporti pubblici – anche della possibilità di usufruire di un’efficiente struttura ospedaliera. Hanno ragione i cittadini delle Valli a ribellarsi a un piano fatto di tagli e disconoscimento del diritto alla salute per tutte/i.

Quello di Cota più che un piano di razionalizzazione è un piano di disimpegno a favore di uno spostamento d’ingenti risorse dal pubblico alla sanità privata. Come Rifondazione Comunista ribadiamo il nostro pieno appoggio e la nostra disponibilità a partecipare a tutte quelle iniziative volte a contrastare l’operazione in corso di smantellamento della sanità pubblica così come per altri servizi pubblici le cui ricadute fortemente negative sono pagate in primo luogo dalle classi sociali e dalle aree territoriali più deboli.

Torino 23.07.2013

LA PRIVATIZZAZIONE DEL SISTEMA SANITARIO PUBBLICO È UNA TRUFFA.

17 Apr

DOMANI TUTTI IN MANIFESTAZIONE

WP_20130417_015Questa mattina, nell’ambito delle iniziative contro la privatizzazione e lo smantellamento del sistema sanitario pubblico in atto a livello regionale come Rifondazione Comunista di Torino abbiamo tenuto un presidio-conferenza stampa davanti all’Ospedale Molinette, presente tra gli altri la consigliera regionale Eleonora Artesio. Nell’occasione abbiamo annunciato la nostra partecipazione alle manifestazioni indette dalle organizzazioni sindacali confederali e di base previste per domani a Torino contro lo smantellamento della sanità pubblica attuato dalla Giunta Cota.

Ciò che viene agitato, il tema del contenimento del deficit sanitario, è uno specchietto per le allodole. Non che non ci sia un problema di razionalizzazione della spesa sanitaria ma qui l’obiettivo perseguito – imitando pedissequamente Regioni che hanno fallito clamorosamente come la Lombardia – è un altro: l’adozione di un modello organizzativo che ha come finalità lo spostamento d’ingenti risorse dal pubblico al privato, che ha come finalità l’insediamento con pienezza di poteri del mercato nella sanità.

Siamo in presenza di un meccanismo perverso che si è sempre risolto, là dove è entrato in funzione, non solo nei termini di un disimpegno, abbandono, dismissione di servizi e prestazioni sanitarie, ma in un’esplosione di spesa sanitaria. Il nostro impegno contro questo meccanismo di spoliazione della sanità pubblica e di dissipazione di risorse pubbliche sarà massimo. In ballo c’è la difesa del diritto universale alla salute dei cittadini. Domani ritroviamoci tutti alle 9,30, a Torino, al corteo che parte da porta Susa.

Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc Torino

Torino, 17 aprile 2013

Contro la svendita della sanità voluta da Cota

17 Apr

saluteW520Conferenza stampa contro la privatizzazione della sanità

Mercoledì 17 aprile, alle 12.30, il Partito della Rifondazione Comunista di Torino con il segretario provinciale Ezio Locatelli e la consigliera regionale Eleonora Artesio organizza, un presidio/volantinaggio davanti alle Molinette contro la svendita e i tagli della sanità da parte della Giunta Cota.

Saranno inoltre presenti: Roberto Bertucci – commissione sanità PRC fed. Torino e il segretario regionale Armando Petrini.

In tale occasione la consigliera Eleonora Artesio fornirà un resoconto dei sopralluoghi effettuati nei giorni scorsi presso le Molinette e il Martini, per verificare lo stato del trasferimento delle attività del Valdese.

Rifondazione Comunista – federazione provinciale di Torino