Tag Archives: festa in rosso

Ezio Locatelli introduce Paolo Ferrero. Festa in Rosso 2014 – Torino

29 Lug

Festa in  rosso 2014

presso il circolo “Amici del Remo” – Torino

Ezio Locatelli introduce Paolo Ferrero

 

Annunci

LA FESTA IN ROSSO CONTINUA NONOSTANTE LA PROTERVIA DEL PD

14 Lug

2014_BIANCO_x-sitoA poche ore dalla loro affissione il Pd ha provveduto a coprire tutti i manifesti che annunciavano la Festa in Rosso in svolgimento a Torino, in corso Moncalieri 422. L’attacchinaggio “selvaggio” è stato effettuato, senza considerazione alcuna per una importante iniziativa in corso di svolgimento negli spazi cosiddetti politico ideologici che sono gratuitamente a disposizione di tutte le forze politiche, sociali a livello cittadino. Per Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc , “in altri tempi un minimo di rispetto per le iniziative altrui ci sarebbe stato. Questo rispetto per il pluralismo noi lo portiamo ancora diversamente dalla dimostrazione di protervia del Pd che viene meno a qualsiasi elementare riguardo per l’attività e l’agibilità di altri gruppi politici”. Il Prc nel denunciare l’atto di prepotenza messo in atto con la copertura di tutti i suoi manifesti  comunica che la Festa in Rosso continuerà fino a domenica 20 luglio con in programma tutte le sere cucina, musica, dibattiti vari. Il programma completo è scaricabile sul sito all’indirizzo “www.prctorino.org”.

Torino, 14 luglio 2014

Ufficio Stampa Prc Torino

FACCIAMO FESTA, RINASCE LA SPERANZA

1 Lug

2014_BIANCO_x-sitoBenvenuti alla Festa in Rosso di Torino. Dieci giorni di festa, in un luogo immerso nel verde, sulle rive del Po, con cucina casereccia, spettacoli, intrattenimenti vari e, per i più esigenti, un calendario fitto di incontri, dibattiti vari pensati in stretta connessione al rilancio dell’iniziativa in tema di lavoro, di diritti, di difesa della democrazia, dei beni comuni.

Quest’anno la sinistra di alternativa italiana – con essa Rifondazione Comunista – raccolta intorno alla lista “L’Altra Europa con Tsipras” è ritornata in parlamento europeo con tre parlamentari entrati a far parte del gruppo della sinistra unitaria del Gue. Un risultato importante conseguito grazie alla convergenza di impegno di decine di migliaia di attivisti politici, dell’associazionismo, dei movimenti di lotta, dei comitati di base. Un risultato che ha ridestato, anche nella nostra città, speranze ed energie positive intorno alla costruzione di un’altra idea di società rispetto a quella “austeritaria”, di attacco ai diritti sociali e alla democrazia perseguita da banche e governi vari.

Ora si tratta di fare un passo in avanti, di costruire una unitarietà sul piano dell’indirizzo politico, dell’iniziativa sociale. Unitarietà a livello nazionale e di territori oltre che a livello europeo. Basta doppiezze. Le politiche di austerità, di smantellamento di diritti sociali e del lavoro, le privatizzazioni, le grandi opere speculative vanno contrastate – come noi abbiamo già cercato di fare a livello regionale – in ogni dove, in opposizione e in alternativa ai poteri dominanti.

Rifondazione Comunista, senza rinunciare alla propria peculiarità di forza politica, lavora per l’unità delle forze antiliberiste, anticapitaliste, di sinistra, per costruire una “Syriza italiana” impegnata a dare forza alle lotte sui temi del lavoro, dei diritti, della democrazia, dei beni comuni. Questo il filo conduttore della Festa in Rosso che abbiamo pensato come spazio aperto di confronto politico oltre che ambito di divertimento e di socialità. Una festa che più di altre volte, dopo anni difficili, vuole essere di buon auspicio per gli impegni a venire.

Ezio Locatelli – segretario provinciale PRC

scarica il programma completo della festa

MOBILITIAMOCI CONTRO L’INCENERITORE, FATTORE DI INQUINAMENTO E DI SPRECO AMBIENTALE.

10 Set

locatelliEZIO LOCATELLI (PRC): MOBILITIAMOCI CONTRO L’INCENERITORE, FATTORE DI INQUINAMENTO E DI SPRECO AMBIENTALE.

Basta accampare scuse. Solo degli amministratori inetti o interessati potevano pensare di migliorare la situazione ambientale e dei rifiuti a Torino con la realizzazione di un mega inceneritore. E’ proprio l’esatto contrario. Questi primi mesi di intermittente e cattivo funzionamento dell’inceneritore di Torino confermano tutte le denunce e le preoccupazioni della vigilia. Ci troviamo di fronte ad una fonte di grave inquinamento ambientale e di rischio per la salute delle persone non certo e non solo per fattori accidentali, di messa a regime degli impianti. Non c’è nessuna tecnologia che possa impedire la produzione di grandissimi quantitativi di inquinanti nei processi di incenerimento dei rifiuti. Il fatto di aver pensato di affrontare la questione rifiuti tramite la realizzazione di un inceneritore, oltretutto in una città come Torino che è la più inquinata d’Italia, è semplicemente irresponsabile. Ancora più irresponsabile tenuto conto che il funzionamento di un inceneritore è incompatibile con una politica della prevenzione, raccolta differenziata, recupero dei rifiuti.

Ci sono stati negli anni scorsi dei ritardi di mobilitazione pure in presenza delle denunce e dell’opposizione portate inizialmente avanti soltanto da Rifondazione Comunista e pochi altri. Ora, in una situazione di allarme più diffusa e condivisa, Rifondazione Comunista intende unirsi a tutte quelle iniziative di mobilitazione e di contrasto alla politica fallimentare dei rifiuti portata avanti dall’amministrazione comunale, ovvero la politica dello spreco, dell’inquinamento, della privatizzazione del sistema di smaltimento rifiuti. Su questi temi mercoledì sera, 11 settembre, ore 21, si terrà un importante incontro presso la nostra festa in Rosso di Liberazione a Rivoli.

Torino, 10 settembre 2013

Rifondazione Comunista – Festa in rosso di Avigliana 21/22 giugno

19 Giu

FESTA AVIGLIANAvenerdì 21 giugno 2013 ore 21,00
“MOVIMENTI E CONFLITTI SOCIALI: quali prospettive per lavoro, diritti, No Tav”

dibattito con:

Ezio Locatelli, segretario provinciale PRC Torino

Nicoletta Dosio, Movimento No Tav

Angelo Patrizio, sindaco di Avigliana

Pietro Passarino, segreteria CGIL Piemonte

Sandro Plano, presidente Comunità Montana

Modera: Lucia Bisetti

RIFONDAZIONE COMUNISTA TORINO: CAMPAGNA DI TESSERAMENTO 2013

6 Mag

tessera2013Care/i compagne/i

siamo in presenza di una drammatica situazione economica e sociale e di una acuta crisi politico istituzionale a cui la maggioranza parlamentare ha risposto nel peggior modo possibile, con la formazione del governo Letta-Alfano – che da subito ha annunciato di volere proseguire le politiche di austerità decise a livello europeo e di volere cambiare la Costituzione. Un governo dei poteri forti in totale rotta di collisione con la domanda di cambiamento espressa  in occasione delle ultime elezioni politiche.

A fronte di questa situazione è più che mai necessario ricostruire nel nostro Paese una sinistra con radicamento sociale,  dalle solide fondamenta ideali e morali, impegnata nelle battaglie per i diritti del lavoro, la giustizia sociale, la salvaguardia dell’ambiente, la democrazia, la pace; impegnata  a costruire una alternativa  al pensiero unico liberista che oggi accumuna centrodestra e centrosinistra. Questo è quello che abbiamo cercato di fare come Rifondazione Comunista a Torino in specie  in questi ultimi mesi di lavoro politico sui temi dei diritti sociali e del lavoro, art. 18, lotte contro privatizzazioni, contro tav, antifascismo, ecc.

Vero è che le ultime elezioni politiche, in un quadro teso a marginalizzare le forze di opposizione di sinistra, hanno confermato l’esclusione dalla rappresentanza istituzionale della sinistra di alternativa. Questa situazione rende non meno ma ancora più urgente e necessaria la ricostruzione di una sinistra a partire dalla società civile, dai luoghi di lavoro, dai territori. Sapendo altresì che la situazione di crisi e di disuguaglianze sociali galoppanti che abbiamo davanti riaprirà spazi inediti e prospettive politiche per una sinistra indisponibile alla rassegnazione e alla testimonianza. Rifondazione Comunista c’è e ci sarà con rinnovato impegno in questo percorso politico che oggi ha come asse centrale  la costruzione di una opposizione al governo Letta-Alfano.

L’invito che rivolgiamo a quanti sentono di condividere questi obbiettivi è di iscriversi a Rifondazione Comunista rivolgendosi al Circolo più vicino o direttamente in Federazione (tel. 011-460471). Cogliamo l’occasione per annunciare che quest’anno la festa in Rosso di Liberazione di terrà a Torino dal 26 giugno al 7 luglio presso il Circolo “Amici del remo”, in C.so Moncalieri 422.

 Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc

Torino, 6 maggio 2013